Embolizzazione prostatica

EMBOLIZZAZIONE PROSTATICA PER IL TRATTAMENTO DELLA IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA

 

A.F. Paziente di 80 anni con ipertrofia prostatica benigna, portatore di catetere a permanenza, non operabile per comorbidità.

Arteriografia e Angio CBCT della arteria prostatica sin, che dimostra con assoluta certezza che la chiusura super-selettiva di questa arteria e dei suoi rami distali è sicura e potrà avere l’effetto desiderato.

Arteriografia eseguita dopo la embolizzazione della suddetta arteria che documenta una perfetta deafferentazione.

 

Arteriografia e Angio CBCT della arteria prostatica dx, che dimostra anche da tale lato che il target da embolizzare è stato raggiunto e non vi è alcun rischio di chiudere rami per strutture vicine non target.

 

Arteriografia eseguita dopo la embolizzazione della arteria prostatica dx che documenta una perfetta deafferentazione.

 

 

FOLLOW UP: A.F. ha avuto un decorso post-operatorio regolare, è stato dimesso il giorno successivo a quello della procedura, con prescrizione di eseguire terapia antibiotica a scopo profilattico e anti-infiammatorio per 5 giorni.

Dopo 3 settimane dalla procedura ha rimosso il catetere, che portava da 2 anni, ed attualmente (1 anno dalla procedura) non presenta nuovi sintomi dovuti alla ostruzione delle basse vie urinarie.

Condividi questo post