Tutto Interventistica

Embolizzazione

L’embolizzazione è una procedura mini-invasiva, di radiologia interventistica.
Che cos’è ?

Embolizzazione

L’embolizzazione è una procedura mini-invasiva di Radiologia Interventistica che consiste nell’occludere determinati vasi sanguigni, arteriosi o venosi, introducendo dei mezzi embolizzanti attraverso un catetere. Viene impiegata per prevenire o monitorare gli anormali sanguinamenti in atto.


Perché si esegue?

Trattamenti

Viene utilizzata per il trattamento di:




Come si esegue la procedura?

Procedura

L’embolizzazione consiste nell’introdurre da un accesso arterioso periferico (arteria femorale, arteria omerale, arteria radiale) un sottile catetere. Per fare questo si fa prima una puntura nel sito di ingresso e si inietta dell’anestetico in modo da pungere poi la arteria senza dolore. Il catetere viene spinto attraverso i vasi fino alla zona patologica da trattare. Si spingono poi attraverso il catetere stesso dei materiali vari (come apposite “spirali” oppure “particelle” o liquidi come delle colle, polimeri, etc) che chiudono i vasi.
Il decorso post trattamento prevede un periodo di indolenzimento della zona trattata che tende a diminuire progressivamente nel giro di 3 settimane circa. Raramente il dolore può durare più a lungo.








Tutto Interventistica


Questo sito è rivolto in primis a chi vuole saperne di più sulla Radiologia Interventistica, branca della Medicina in continua evoluzione, che ha rivoluzionato l’approccio di molte patologie, talvolta semplificandolo; i campi di applicazione spaziano dalla diagnosi alla terapia.




Unconditioned Sponsored by


Desideriamo ringraziare quanti coloro negli ultimi anni hanno reso possibile la realizzazione e soprattutto la continuità del sito. In molti ci hanno dato fiducia e giunti al terzo anno di esistenza desideriamo renderli noti ancora di più.

Powered by DokaDigital / Copyright Tuttointerventistica 2021. Tutti i diritti riservati