Tutto Interventistica

Litoclasia percutanea

Il trattamento con litoclasia è indicato nei casi caratterizzati da sintomatologia dolorosa in paziente con tendinite calcifica.

Litoclasia percutanea

La litoclasia percutanea è un metodica mini-invasiva utilizzata per il trattamento di grossolane calcificazioni che spesso si formano all’interno dei tendini della spalla, dando origine a un processo infiammatorio definito tendinite calcifica, causa di dolore e importante limitazione nei movimenti articolari.

La “litoclasia” consiste in un vero e proprio lavaggio della calcificazione con soluzione fisiologica, iniettata all’interno della calcificazione tramite uno o due aghi (opportunamente inseriti sotto monitoraggio ecografico) e che letteralmente “scioglie” il calcio, in modo da poter essere drenato attraverso gli stessi aghi.


Procedura

La calcificazione viene trattata esclusivamente quando il paziente è sintomatico e ha dolore, solitamente durante la fase acuta di riassorbimento.
Tutta la procedura viene effettuata con l’ausilio dell’ecografo, che permette di visualizzare in diretta l’ago e la calcificazione, consentendo di raggiungere in modo preciso calcificazioni anche di piccole dimensioni e localizzate in profondità.

Si predispone il campo sterile e viene eseguita un’anestesia locale, con lidocaina a livello della cute e nelle vicinanze della calcificazione.
Viene successivamente posizionato un ago all’interno della calcificazione e tramite una leggera pressione si inietta della soluzione fisiologica che scioglierà la parte interna della calcificazione stessa.
La procedura di lavaggio viene ripetuta più volte, utilizzando ad ogni ciclo della soluzione fisiologica pulita, fino ad ottenere il collasso della calcificazione con persistenza del solo guscio esterno.
Una volta completato il lavaggio sarà introdotta una dose di cortisone all’interno della guaina di scorrimento dei tendini della spalla (borsa sub-acromiale).

A distanza di 30 giorni viene eseguita un’ecografia di controllo per rilevare la presenza di eventuali residui calcifici.



Trattamento

Controindicazioni

L’unica controindicazione è la presenza di lesioni a carico dei tendini della cuffia dei rotatori.
I pazienti interapia anticoagulante devono sospendere la terapia prima di eseguire il trattamento di litoclasia.

Il trattamento è doloroso?
No, il paziente avverte il fastidio dato dalla puntura di anestetico, dopodiché avverte la sensazione come qualcosa che “si gonfia” all’interno della spalla.




I due aghi posizionati sotto guida ecografica, collegati con il sistema di lavaggio e aspirazione delle calcificazioni



Tutto Interventistica


Questo sito è rivolto in primis a chi vuole saperne di più sulla Radiologia Interventistica, branca della Medicina in continua evoluzione, che ha rivoluzionato l’approccio di molte patologie, talvolta semplificandolo; i campi di applicazione spaziano dalla diagnosi alla terapia.




Unconditioned Sponsored by


Desideriamo ringraziare quanti coloro negli ultimi anni hanno reso possibile la realizzazione e soprattutto la continuità del sito. In molti ci hanno dato fiducia e giunti al terzo anno di esistenza desideriamo renderli noti ancora di più.

Powered by DokaDigital / Copyright Tuttointerventistica 2021. Tutti i diritti riservati

EnglishItalian