Borsite

E un’infiammazione delle “borse”, ovvero le piccole “sacche” che contengono liquido sinoviale poste a protezione delle articolazioni e di altre parti del corpo.

Le sedi più a rischio sono il gomito, la spalla, l’anca ed il ginocchio.

Si distinguono in:
-infiammatorie: causate dagli sfregamenti e dalle sollecitazioni derivanti dal movimento
-emorragiche: conseguente a traumi.

I sintomi più frequenti sono l’arrossamento, il gonfiore, il dolore; ecchimosi o ematomi in corrispondenza di piccoli versamenti di sangue, eruzioni cutanee. Rarissima la febbre.

La diagnosi viene eseguita mediante una corretta anamnesi, esame obiettivo ed esami strumentali: l’ecografia nella maggior parte dei casi è sufficiente; la RM viene eseguita quando vi sono dei dubbi diagnostici; l’RX serve ad escludere fratture ed altre patologie.

Terapia: riposo, ghiaccio locale, antibiotici (se vi è il sospetto che possa insorgere una infezione); aspirazione del liquido sinoviale infiammato ed iniezione intra-articolare di corticosteroidi nella borsa (con guida radiologica, si può essere estremamente precisi).

Le terapie fisiche locali come laserterapiaultrasuonicrioterapia sono spesso di aiuto. Raramente, nei casi gravi e recidivi, si prende in considerazione l’approccio chirurgico.