Procedure / Trattamenti

Radioembolizzazione

Radioembolizzazione

La radioembolizzazione è una terapia contro il cancro del fegato basata sull’uso di microsfere radioattive somministrate direttamente all’interno della massa tumorale.

È utilizzata nel trattamento dei tumori primari e secondari del fegato, come il carcinoma epatocellulare e il cancro epatico metastatico.
La tecnica di somministrazione è la stessa di quella descritta per la TACE, cioè direttamente nelle arterie afferenti al tumore epatico. Di solito in maniera meno selettiva quindi direttamente in un lobo. Le indicazioni sono leggermente diverse rispetto a quelle della TACE.
Può essere applicata anche ai pazienti con trombosi portale.
Richiede una preparazione particolare e la esclusione di shunt epatici importanti (che causerebbero la “fuga” del farmaco radioattivo in distretti non target); se questi sono presenti controindicano l’esecuzione della procedura qualora non possano essere eliminati per esempio con l’embolizzazione.
E’ una procedura eseguita in regime di ricovero.